agnello con piselli

A Pasqua non può mancare l’agnello… Benedetto!

Ancora una ricetta tipica, l’agnello pasquale con piselli e uova sbattute, tipico di molte zone della Puglia. La ricetta che vi presentiamo è la variante detta “Benedetto”, annaffiata con BellaVite Bianco.

È Pasqua, e l’agnello si prepara a ad essere imbandito sulle tavole di tutta Italia, e la Puglia non fa certo eccezione. L’abitudine di mangiare l’agnello durante questa festività, deriva dalla tradizione Cattolica, in cui spesso Gesù è definito l’agnello sacrificale, quindi “benedetto”. Le modalità con cui viene cucinato questo tipo di carne, sono molte e svariate, ma in parecchie ricette pugliesi, sono presenti i piselli e l’uovo, e allora ecco come procedere per passare una Pasqua all’insegna della tradizione.

Abbiamo aggiunto però una variante: visto che siamo sulle pagine de Lamonarca, dove il vino è di casa, non potevamo non inserire anche uno dei nostri prodotti, che servirà per valorizzare il gusto, già molto particolare, dell’agnello. La sorprese è tra gli ingredienti, vediamo chi la trova per primo:

Ingredienti
Nota: in questa ricetta evitiamo di fornire dosi precise, perché il nostro pubblico, tipicamente italiano e magari proprio pugliese, sa bene quanto mangiano i propri parenti durante i pranzi festivi, quindi lasciamo a voi l’onere (ma in questo caso l’onore) di decidere quanto agnello mettere in pentola.

  • agnello
  • piselli (almeno 500g per ogni kg di agnello)
  • uova (circa 3 uova per ogni kg di agnello)
  • pecorino grattugiato (la quantità necessaria per amalgamare a dovere)
  • cipolla (ne basta una? ma sì, dai!)
  • un bicchiere di BellaVite Bianco (mezzo per cucinare e mezzo da bere mentre si cucina ;-)
  • olio, sale qb
  • pepe, a chi piace

Preparazione

  • tutti noi sappiamo fare un bel soffritto di cipolla, finemente tagliata e rosolata nell’olio, finché non diventi dorata, ma forse non tutti sanno che, arrivati alla doratura, è bene sfumare con mezzo bicchiere di BellaVite Bianco, che evaporando l’alcol, lascerà il suo gusto a disposizione della carne;
  • l’altro mezzo bicchiere, potete gustarlo mentre preparate il resto della portata;
  • tagliate a pezzi non troppo grandi l’agnello e mettetelo a stufare nel soffritto, aggiungendo un po’ di acqua tiepida (non fredda) di tanto in tanto, in modo che la carne si intenerisca;
  • dopo circa 20 minuti a fuoco basso, aggiungete il sale e (per chi lo gradisce) una bella spolverata di pepe;
  • a questo punto aggiungete i piselli freschi, e continuate la cottura a fuoco moderato, per circa mezz’ora. Di tanto in tanto, controllate se serva aggiungere ancora un po’ di acqua tiepida;
  • nel frattempo mettete le uova in una ciotola di vetro o alluminio e iniziate a sbatterle;
  • aggiungete il pecorino pian piano, in modo che si formi una cremina omogenea;
  • se desiderate pastorizzare le uova, mettete la ciotola sopra ad una pentola in cui stia bollendo dell’acqua;
  • quando l’agnello sarà cotto, abbassate il fuoco e aggiungete la crema di uova e pecorino, rimestando senza sosta;
  • fate in modo che l’uovo non si cuocia del tutto, ma che crei una crema densa e gustosa che abbracci l’agnello, rendendolo ancora più gustoso.

Servitelo in tavola con un bel bicchiere di BellaVite Bianco a testa, e Buona Pasqua a tutti dalla Vinicola Lamonarca!

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>